Le associazioni di Samaipata

3 07 2012

Rientrate a Santa Cruz dopo il giro di conoscenza di tutte le associazioni del progetto, colme di motivazioni che ci daranno la carica per ritornare al lavoro in ufficio al Cast. Sono stati giorni intensi, sballottate tra jeep e trufi, i taxi collettivi, senza fermarci un secondo.
A Samaipata abbiamo conosciuto Asoflor, associazione di sole donne che grazie al progetto ha avviato una piccola coltivazione di felci native ornamentali e di fiori. Il lavoro è solo all’inizio, l’associazione giovane, le socie tutte molto convinte del lavoro che fanno e delle opportunità di fare un salto di qualità nella produzione. La maggior parte di loro non ha una casa propria, ma vivono come custodi nelle seconde case dei ricchi di Santa Cruz. Tutte sono da sempre appassionate di fiori e piante e hanno piccoli vivai che consentono loro di vendere al mercato della domenica. Ma è capitato che da un giorno all’altro una di loro fosse licenziata dai suoi padroni e non avesse un luogo dove trasferire tutte le sue piante, il lavoro di anni ha rischiato di essere perduto. La solidarietà tra socie prevale sempre e in queste situazioni di difficoltà si sono sempre aiutate come hanno potuto. Adesso però grazie al progetto hanno realizzato un vivaio comune, sul terreno messo a disposizione dal marito di una socia, coltivato con felci, calle e sterlizie.
A Cuevas, comunità poco distante da Samaipata, abbiamo conosciuto Biocoop, associazione di produttori ecologici di ortaggi, frutta, caffè e fiori, anche questa composta per la grande maggioranza da donne. Nonostante esistano da tempo e siano una delle realtà maggiormente affermate nel campo della produzione ecologica di ortaggi e fiori, grazie al progetto sono riusciti ad avviare una serra di orchidee, che evita il difficile e ambientalmente insostenibile lavoro di raccolta delle orchidee nella foresta. Con il progetto hanno potuto partecipare a un corso di preparazione di addobbi floreali, grazie al quale si sono resi conto dell’esigenze rigorose del mercato a cui si rivolgono. All’interno del progetto sono stati punto di riferimento per la formazione “campesino a campesino” con le altre realtà di coltivatori coinvolte, che a rotazione sono state a Cuevas a visitare il loro vivaio.
Nella prossima puntata le impressioni sulle associazioni visitate nelle comunità di El Torno e Yapacani.

Paola e Sara
Attualmente in missione di valutazione in Bolivia

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: