Agricoltura sostenibile contro l’insicurezza alimentare

15 05 2013

maggio (3)_piccLa regione di Ruvuma, nel sud-ovest della Tanzania, prende il nome dall’omonimo fiume, il quale è stato protagonista di un bellissimo racconto di Corto Maltese, firmato Hugo Pratt, in cui inglesi e tedeschi si davano battaglia per il controllo del paese.  Ora, dopo un secolo, non riecheggiano più i cannoni delle navi da guerra e il fiume scorre tranquillo per gli altipiani vicino Songea.

Acqua e agricoltura sono due elementi difficili da scindere in questo paese. Ogni anno, da novembre ad aprile, le piogge scandiscono le tempistiche degli agricoltori, i quali devono impengarsi a scegliere il momento giusto per arare e piantare i semi. L’abbondanza delle piogge, la cadenza con cui scende e la sua regolarità sono tutti fattori determinanti per il raccolto. Le annate non sono tutte uguali: proprio nel 2011 le piogge sono state molto scarse, impedendo agli agricoltori di ottenere  una buona produzione.maggio (1)

L’agricoltore deve però avere i mezzi per sopperire questo deficit, ed è qui che il CAST vuole intervenire. Nell’ultimo mese si sono svolti 12 seminari nei 6 villaggi della provincia di Songea riguardanti proprio l’agricoltura sostenibile. In questi seminari, condotti dagli insegnanti del Centro in Agricoltura e Allevamento Sostenibile di Mahinya, progetto dell’ONG italiana Co.P.E., gli agricoltori sono stati impegnati sia in classe che sul campo. Molte le tematiche affrontate: fertilizzanti e pesticidi naturali, pulizia e aratura del terreno, orticoltura, frutticoltura e metodologie di conservazione dei prodotti.

Nei prossimi mesi il CAST sarà impegnato anche ad ottenere una registrazione dei gruppi di agricoltori presso gli uffici governativi. Ottenendo una certificazione statale come gruppo, gli agricoltori avranno la possibilità di veder riconosciuto il proprio lavoro e tutti gli sforzi fatti per migliorare la propria condizione, prendendo, allo stesso tempo,  coscienza dei propri diritti.

maggio (2)_piccIl CAST oggi si impegna per promuovere l’agicoltura sostenibile, attraverso la formazione, promuovendo l’associazionismo degli agricoltori e cercando di combattere le problematiche sull’uso improprio dei prodotti chimici e della monocoltura. Proprio a maggio, a Varese, ci sarà la fiera del DES Va (Distretto di Economia Solidale di Varese) che vedrà impegnato anche un rappresentante di Mviwata (Associazione Tanzaniana dei Gruppi di Agricoltori, partner del CAST per il progetto Songea) che con il  motto “Il miglior difensore del contadino è il contadino stesso”  porterà la parola degli agricoltori del Sud del mondo, impegnati ogni giorno nella difesa della proprio terra.

Marco Bertoldi
Capo progetto in Tanzania per il progetto Songea

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: