Il miglioramento della condizione di vita di ogni tanzaniano nasce da…

10 09 2013

ARTICOLO TANZANIAIl presidente della Tanzania sorride affabilmente da pagina 11 del quotidiano nazionale Mwanahabari, uscito ieri. “Maisha bora kwa kila Mtanzania yanaletwa hivi” (“Il miglioramento della condizione di vita di ogni tanzaniano nasce da…”) il titolo dell’articolo uscito ieri, è bene in evidenza al centro della pagina lasciando in quei puntini di sospensione una curiosità difficile da placare. L’articolo che abbiamo davanti è scritto completamente in swahili, ma una parola ci è chiara, è comprensibile e ritorna spesso nel testo: CAST. Dall’Italia è dura risolvere un tale enigma ed è per questo che Marco Bertoldi, capo progetto in Tanzania per il progetto Songea, dopo averci lasciato macchinare per un po’, ci viene in soccorso svelandoci l’arcano e fornendoci una traduzione:
“Il miglioramento delle condizione di vita deriva dalle NGO come il CAST che ottengono grandi risultati in tempi ristretti; inoltre le comunità interessate sono entusiaste del suo lavoro e questo è un valore aggiunto. Lo stato deve promuovere il lavoro di queste organizzazioni internazionali e supportare questi progetti di sviluppo, a partire dai ministeri fino alle municipalità e agli uffici governativi rurali”.
Così scrive il giornalista Seleman Juma della testata, il quale ha intervistato Marco e John Mnalyoda, il vice-manager del CAST, facendo domande sulle attività della ong e sui risultati ottenuti fin ora nella realizzazione del progetto Intervento per la sicurezza alimentare nel distretto di Songea.
“Lo stato promuove il lavoro delle organizzazione non governative, come il CAST, le quali si occupano dello sviluppo delle fasce più povere della popolazione. CAST è un ONG con sede in Italia, conduce un progetto di sviluppo agricolo nel distretto di Songea per promuovere lo sviluppo delle comunità rurali della Tanzania. Oggi abbiamo parlato con il vice-manager del CAST, John Mnalyoda: ’Il progetto CAST a Songea è iniziato a Gennaio 2012, con l’obiettivo di migliorare la sicurezza alimentare e le condizioni di vita delle fasce più svantaggiate in due diversi ward (territori): Tanga e Mpandangindo entrambi nel distretto di Songea. Il CAST in 6 villaggi ha già scavato e messo in funzione 12 diversi pozzi per migliorare l’accesso alle risorse primarie alla popolazione. Inoltre sta costruendo 2 centri per la trasformazione di prodotti agricoli nei villaggi di Mlete e Mpandangindo. In questi centri si lavorerà soprattutto la cassava e la patata dolce, per ottenere farine, dolci e altri prodotti confezionati. Per migliorare la formazione delle popolazioni interessate…’ continua John ‘nei 2 anni e mezzo di progetto, 26 persone sono state formate in agricoltura e allevamento al training centre di Mahinya, Msindo, mentre altre 4 persone hanno ottenuto la licenza per utilizzare macchinari agricoli presso la scuola VETA di Songea.”
Insomma, molto si è fatto fin ora per lo sviluppo della Tanzania, ma c’è ancora molta gente che vive in povertà e tanto lavoro da fare. Ecco perché, conclude il giornalista, il governo deve continuare e aumentare l’appoggio a Ong come il CAST, sia a livello nazionale che locale.

 

Articolo tradotto dal quotidiano nazionale Mwanahabari, scritto da Seleman Juma
Traduzione di Marco Bertoldi, capo progetto in Tanzania per il progetto Songea
Redazione di Sara Manserra, responsabile comunicazione

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: