I numeri di Casa de la Mujer

28 02 2014

02-libres_1Il progetto Libere dalla violenza in Bolivia è nel pieno delle sue attività di sostegno alla Casa de la Mujer di Santa Cruz, Bolivia, nella sua lotta contro la violenza esercitata sulle donne. Nel trimestre ottobre – dicembre 2013 sono 589 le donne che si sono rivolte alla Casa de la Mujer per chiedere aiuto e /o fuggire da una situazione di violenza famigliare, e che hanno ricevuto adeguata assistenza legale e psicologica. Per 32 di loro è stato avviato un percorso giuridico legale per la propria tutela, mentre 15 donne sono ora ospiti della Casa, insieme ai loro figli, protette dall’ambiente violento dal quale sono scappate. Tutto questo in una cornice inquietante, in cui si stima che 7 donne su 10 in Bolivia siano vittima di violenza e in cui, nel solo trimestre in oggetto, i casi di femminicidio in tutto il paese sono stati 89.
Casa de la Mujer ha potuto continuare e rafforzare, grazie al sostegno del presente progetto, le sue attività di assistenza psicologica e legale a donne vittime di violenza nonché le attività volte a sensibilizzare sul tema della violenza contro le donne al fine di prevenirla.
02-libres_2In questo trimestre è stato organizzato un evento pubblico, insieme alla “Piattaforma contro le violenze contro la donna”, che ha visto il raduno di moltissime persone, soprattutto donne, fuori dal Municipio di Santa Cruz, per chiedere la realizzazione di una “carta organica – o regolamento – per l’applicazione della legge 438 del 2013”, e la destinazione di fondi per l’applicazione della legge. Da questa mobilitazione, che ha visto la partecipazione di moltissima gente, è scaturito documento condiviso tra il governo municipale e la Piattaforma che sancisce la volontà politica e sociale di costruire una società più giusta e con uguaglianza di genere.
Altre attività di sensibilizzazione sono state portate avanti, come l’invio di 2.279 sms sulla prevenzione della violenza contro le donne.
Infine in dicembre è stato organizzato un workshop intitolato “il diritto a una vita libera da violenza”, con l’obiettivo di informare le donne sulla legge 348 che stabilisce meccanismi, misure e politiche integrali di prevenzione, attenzione e protezione alle donne vittime di violenza. Al workshop hanno partecipato 20 donne, che hanno sottolineato come questi spazi di scambio e informazione incentivano le donne a dialogare e essere solidali tra loro nella lotta contro la violenza.

Maura Musci
Resposonsabile del progetto Libres in Italia

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: