Ecco le piogge!

11 04 2014

GT5A6350s Eccomi, come promesso nel post di marzo, con le news sull’inizio della stagione agricola delle piogge lunghe.

Ed ecco anche le piogge. Non sono ancora quelle vere, quelle che inondano il centro di Kilifi e fanno esondare i torrenti temporanei a Ganze, quelle si fanno attendere; ma sono state comunque sufficienti a lanciare la distribuzione di talee di cassava ai 23 gruppi beneficiari del progetto Mihogo. Il servizio meteorologico keniota le aveva preannunciate per la fine di marzo e in qualche villaggio dove lavoriamo si erano viste anche prima. Ma ormai mi sono abituato all’idea dell’erraticità delle piogge nelle ASAL del Kenya: i gruppi che le hanno ricevute per primi e che reclamavano talee di manioca e semi di cowpeas non sono ancora riusciti a piantare perché le piogge si sono improvvisamente interrotte e adesso si trovano a conservare i bastoni lunghi anche 2 metri, all’ombra di un albero immersi nella terra umida annaffiata regolarmente. Invece, i gruppi che si pensava sarebbero stati gli ultimi a piantare hanno già messo a dimora nei campi le talee non appena terminata la distribuzione.
La distribuzione del primo lotto di 200 mila talee ha i tratti dell’impresa eroica, con tutto il personale di campo impegnato per 5 giorni di fila a controllare la qualità dei bastoni (assenza di malattie contagiose e maturità) e a contare le talee mentre venivano tagliate nei campi del gruppo di produttori di cassava Basi Mwangaza di Mtondia (subito fuori Kilifi, a una cinquantina di kilometri dall’area di progetto), legate in gruppi di 100 e caricate sui camion. E poi a organizzare la consegna ai gruppi beneficiari, a volte sotto la pioggia, certi giorni fino alle 10 di sera, anche con il supporto di alcuni tecnici del ministero dell’agricoltura di Ganze che hanno assicurato che le buone pratiche di conservazione e piantumazione delle talee fossero seguite dai contadini beneficiari, riducendo così al minimo le perdite.MBONGA DEMO
La domanda di talee ha superato le aspettative e la disponibilità finanziaria del progetto, portandoci così a programmare un secondo lotto di altre 70 mila talee per la settimana prima di Pasqua, per i gruppi che hanno dimostrato di essere più motivati verso la produzione di manioca durante la prima distribuzione avvenuta tra il 24 e il 28 marzo.
Nel frattempo continua il monitoraggio dei campi già piantati e dei bastoni in attesa, in modo da individuare tempestivamente eventuali problemi che minaccino la germinazione delle talee (primo fra tutti le termiti, che fino a che il clima si mantiene relativamente secco sono sempre in agguato e velocissime a divorare qualsiasi materia legnosa si trovi nei paraggi) e supportare gli agricoltori nella loro risoluzione.

Filippo De Monte
Capo progetto in Kenya per il progetto Mihogo

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: