conclusi

DI seguito trovate i progetti di cooperazione conclusi negli ultimi anni

Tuchimbe – Miglioramento delle condizioni igienico sanitarie per i servizi di base nel distretto di Songea

Area di intervento: Tanzania, regione di Rovuma, Distretto di Songea, Villaggi di Tanga e Mpandangindo.

Periodo d’intervento: :novembre 2014 – dicembre 2015

Problemi da risolvere: scarsa disponibilità di acqua e servizi igienici inadeguati sono due dei grossi problemi che la popolazione dell’area deve affrontare: non solo sono un pericolo per la salute, ma possono anche influenzare la frequenza scolastica dei bambini, la loro continuità negli studi ed il rendimento scolastico. Questo è quanto avviene nel distretto di Tanga, dove la scuola primaria è sprovvista di un punto per l’approvvigionamento e utilizzo dell’acqua.
A Mpandangindo, invece,  c’è un dispensario utilizzato da più di 500 persone al mese, punto di riferimento per una vasta rete di villaggi nelle vicinanze. La presenza di un refrigeratore a gas permette la conservazione (e somministrazione) di vaccini, ma la mancanza di un punto-acqua affidabile in termini di quantità, qualità e regolarità è l’aspetto più critico di questa struttura.

Obiettivi del progetto:
Garantire buone condizioni igienico sanitarie alle comunità beneficiarie, migliorando la quantità, qualità e affidabilità dell’acqua presso il dispensario di Mpandangindo e la scuola di Tanga. Si prevede di ottimizzare inoltre le capacità di utilizzo dell’acqua nella vita quotidiana da parte delle comunità di villaggio, migliorando così la loro qualità della vita.

Per saperne di più del progetto Tuchimbe, visitate il nostro sito internet.

 

Libere dalla violenza-Supporto legale e psicologico a vittime di violenza di genere

Area di intervento: Bolivia, Santa Cruz de la Sierra

Periodo d’intervento: ottobre 2013 – settembre 2014

Problemi da risolvere: La violenza nell’ambito familiare, nei confronti di donne e bambini, in Bolivia è un fenomeno generalizzato e ancora poco denunciato. La Casa de la Mujer è un’istituzione della città di Santa Cruz de la Sierra che dal 1990 ha avviato un programma di difesa e promozione dei diritti delle donne e dei bambini, diretto a costruire nuove pratiche che identifichino, denuncino e sanzionino la violenza di genere e nell’ambito familiare.

Obiettivi del progetto: Fornire difesa legale e supporto psicologico a donne e bambini che hanno subito violenza familiare e di genere, garantendo così il loro diritto a una vita libera da violenza.

Per saperne di più del progetto Libere, visitate il nostro sito internet.

Intervento per la sicurezza alimentare nel distretto di Songea

Area di intervento: Tanzania, regione di Ruvuma, distretto di Songea, villaggi di Tanga, Masigira, Mlete, Kituro, Liweta e Mpandangindo.

Periodo d’intervento: ottobre 2011 – aprile 2014

Problemi da risolvere: l’insicurezza alimentare, la precaria situazione economica e le scarse condizioni igienico-sanitarie, causate principalmente dalla scarsa disponibilità di acqua potabile, sono i problemi principali che caratterizzano le comunità beneficiarie del progetto.

Obiettivi del progetto: migliorare la sicurezza alimentare garantendo una maggior disponibilità di alimenti e promuovendo miglioramenti nelle abitudini alimentari della popolazione locale.

Per saperne di più del progetto Songea, visitate il nostro sito internet.
Maji ni Uhai – L’Acqua è Vita – Introduzione di una tecnologia sostenibile per l’approvvigionamento idrico nel distretto di Songea
(il progetto è una componente del progetto Songea)

Area di intervento: Tanzania, regione di Ruvuma, distretto di Songea, villaggi di Tanga, Masigira, Mlete, Kituro, Liweta e Mpandangindo.

Periodo d’intervento: Ottobre 2011 – ottobre 2012

Problemi da risolvere: L’insicurezza alimentare, la precaria situazione economica e le scarse condizioni igienico-sanitarie, causate principalmente dalla scarsa disponibilità di acqua potabile, sono i problemi principali che caratterizzano le comunità beneficiarie del progetto.

Obiettivi del progetto: migliorare l’approvvigionamento idrico garantendo una maggior disponibilità d’acqua e promuovendo pratiche di tutela e conservazione delle risorse idriche.

Per saperne di più del progetto Maji ni Uhai, visitate il nostro sito internet.

 

Raccolta e potabilizzazione dell’acqua piovana per la scuola di TinTam

Area di intervento: Mali – Villaggio di Tin Tam, Comune di Borko, Cercle di Bandiagara, Regione di Mopti

Periodo d’intervento: novembre 2012 – dicembre 2013

Problemi da risolvere:A Tin Tam sono presenti cinque bacini di raccolta dell’acqua piovana che forniscono l’acqua per uso umano, irriguo e per l’abbeveraggio del bestiame. Nella stagione secca il livello dell’acqua si riduce moltissimo , mescolandosi al fango e perdendo limpidezza fino a sparire verso la fine del mese di febbraio. Quando i bacini sono asciutti, gli abitanti di Tin Tam percorrono, con un dislivello di 300 m, all’incirca 1 ora di cammino all’andata e quasi due ore al ritorno.

Obiettivi del progetto:
Migliorare l’approvvigionamento idrico, quantitativamente e qualitativamente, influendo di conseguenza anche sulle condizioni di salute della popolazione locale, introducendo tecnologie innovative, ma semplici ed economiche, che valorizzino le risorse e le capacità locali strategia d’intervento.

Per saperne di più del progetto Tin Tam, visitate il nostro sito internet.

Wavuvi – Sostegno alla pesca artigianale nel Distretto di Kilifi, Kenya

Area d’intervento: Area costiera del Kenya, distretto di Kilifi

Periodo d’intervento: gennaio 2011 – febbraio 2013

Problemi da risolvere: il distretto di Kilifi è il più povero tra i distretti costieri e il secondo più povero di tutto il Kenya. La sopravvivenza della maggior parte degli abitanti della costa dipende dalle risorse marine (pesci, crostacei, mangrovie, alghe e la barriera corallina), oggi seriamente compromesse dall’eccessivo sfruttamento e dalle tecniche di pesca non sostenibili: il pesce presente nella baia sta diminuendo, la deforestazione della mangrovie è intensa e la raccolta dei crostacei è poco redditizia.

Obiettivo del progetto: collaborare con le comunità della costa perchè la pesca sia più produttiva e per rendere le organizzazioni dei pescatori responsabili e protagoniste della gestione sostenibile delle risorse marine facilitando in questo modo il passaggio da uno sfruttamento insostenibile delle risorse naturali ad un loro utilizzo sostenibile che massimizzi i vantaggi socioeconomici e ambientali.

Per saperne di più del progetto Wavuvi, visitate il nostro sito internet.

 

Centinelas – Sentinelle della Biodiversità nel Parco Nazionale Amborò

Area di intervento: Zona tropicale e subtropicale dell’Oriente boliviano
Il progetto “Sentinelle/Centinelas” nasce dalle comunità locali e dalle ONG boliviane operanti sul territorio che hanno stretto un patto di cooperazione con il CAST.

Periodo d’intervento: maggio 2011 – agosto 2012

Problemi da risolvere:
l’Area naturale Amboró è a sempre maggiore rischio ecologico a causa del bracconaggio di specie protette e della deforestazione illegale di pregiate essenze tropicali – dovuta soprattutto alla recente colonizzazione umana.

Obiettivo del progetto
è stata la salvaguardia della biodiversità nell’Area naturale Amboró (ANMIA), generando nuove fonti di occupazione per la popolazione residente. Il progetto, quindi, ha contribuito a rendere la popolazione locale protagonista della protezione della biodiversità del parco (facendone delle sentinelle della biodiversità), promuovendo attività economiche legate all’uso delle piante ornamentali e medicinali presenti nel parco.
Con il supporto dell’Università René Moreno di Santa Cruz de la Sierra, quattro organizzazioni sociali sono state protagoniste dell’avvio di iniziative pilota per un utilizzo sostenibile della flora selvatica, la coltivazione e riproduzione di piante medicinali e piante ornamentali destinate alla commercializzazione nei mercati locali; a questo è stata affiancata la sensibilizzazione alla biodiversità attraverso campagne informative, l’educazione ambientale nelle scuole boliviane e italiane e la creazione di un Partenariato strategico tra le comunità boliviane per la conservazione della biodiversità nell’Amboró.

Per saperne di più del progetto Centinelas, visitate il nostro sito internet.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: